Blog » Un milione di parole


Un milione di parole

sabato, 23 Febbraio 2008

Un milione di parole…

… per trasecolare alla vista di una cipolla.

Raccontami ancora, papà.

Diario | Stampa post Sia i commenti che i trackback al momento sono chiusi.

28 commenti

  1. Wil ha detto:

    Sogliolìn, Sheila ermetica ad alto livello.
    Posso capire ben poco, forse nulla, eppure leggere queste righe, ascoltare la canzone (molto bella, invero) mi ha emozionato.
    Sarà la giornata così, sarò io così… 🙂

    Buonanotte, sogni di colombe pandorate 😛

    Bacio!

    :*

  2. Sheila ha detto:

    Ti abbraccio forte Coyotìn 🙂

    Buonanotte a domani :*

    Sogni pandoratiiiiiiiiiiiiii !!!! 😉

  3. Sheila ha detto:

    ‘Nottinaaaaaaaaaaaaaa killerìnnnnnnnnnnnn :*

    😀

  4. ManuelScorpione ha detto:

    (:-| MAMMA CHE SONNO (:-|

    I-)I-)I-)I-)I-)I-)I-)I-)I-)I-)I-)

    :*

  5. Wil ha detto:

    Buonasera, son riemerso dalle brume padane… per reimmergermi nella preparazione della cena 😉

    :*

  6. Sheila ha detto:

    Killerìnnnnnnnnnnnnn…

    … è un modo emblematico per pinnarmi un baciolato? 😀

    Mmmmmmmmm… moooooooolto astuto!!! 😉

    :* :* :* :*

    Nanninaaaaaaa un po’ nottambulìn!!!

  7. Sheila ha detto:

    Chiamaci quando è prontooooooooooooooo!!!

    Killerìn apparecchia la tavola!!! … 😛

    😀 😀 😀 😀

    Muah! 😉

  8. ManuelScorpione ha detto:

    shhhhhhhhhh…:-$:-$:-$

    non dirlo a nessuno… 😉

    io vado a nanna… I-)

    ‘notte cara!!!

    :):*

  9. Sheila ha detto:

    shhhhhh… :-$ :-$ :-$

    😉

    ‘nottinaaaaaaaa killerìn!!! 🙂

    Baciolatoooooooooooo!!! :* :* :*

    Sogni d’oro! 🙂

  10. Wil ha detto:

    Dillo pure a tutti (tanto mi conoscono)… anch’io vado a nanna! 😛

    ‘notte!

    Baciottoli

    :*:*:*

  11. Sheila ha detto:

    🙂

    ‘Notte pinnaaaaaaa Coyotìn… sogni al peperone verde! 😛

    Basìn basinato!!! :* :* :*

    😀

  12. manuel ha detto:

    Buongiornoooooooooooo waaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa oggi sono in crisi!
    Ho sonno e non ho voglia di stare in ufficio!!!!!
    Adesso scappo… :-^
    Com’è andato WEndìn???

  13. Wil ha detto:

    Buongiorno! :):):)

    (se il buongiorno si vede dal mattino… qui non si vede niente, c’è la famosa nebbia in Val Padana, fuggita dalla canzone di Cochi e Renato per stabilirsi qui)

    Baci.

    :*:*:*

  14. Sheila ha detto:

    Buongiornooooooooooooooo Manuelìnnnnnnnnnnnnnnnn stellato!!!

    :*

    Sogliolìn riemerge da una riunionìn terrrrrrrrrrrribilis!!!

    Ma… sana e salvaaaaaaaa!!!

    Allora, ci beviamo ‘sta caffettìn o che? 😉

    E’ oraaaaaaaa!!!

  15. Sheila ha detto:

    Il weekendìn tranquillìn a lettìn 🙂

    Sono stata poco bene Manuelìn… ma insomma… oggi va una meraviglia…

    … è lunedì!!!

    E ti parevaaaaaaaaaaa!!! 😛

    Si ricominciaaaaaaaaaaa!!!!!

    Ho da fare un sacco di cose sai nei prossimi giorni… in primis guardare un dvd che ho avuto in regalo venerdì…

    … ti racconterò… un film strano… mah… 😀

  16. Sheila ha detto:

    Giornooooooooo Coyotìn!!!

    Nebbia??

    Finchè resta fuori dal cervello… poco male… è glamour!!! 😉

    Baciooooooooooo!!! 😛

  17. Sheila ha detto:

    Albìnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnn!!!!!

    Bentornatooooooooooooooo!!!!

    Come stai? 🙂

    Come è andato il volooooooooo??? 😉

    Albìn Albìn Albìnn!!!

    🙂 🙂 🙂 🙂 🙂

    Basìn basolato :*

  18. Thomas ha detto:

    Ciao Sogliolìn… un salutìn veloce veloce…

    :*

  19. ManuelScorpione ha detto:

    glamour un paio di CENSURED… :@

    mi sono venuti gli occhi a fanale… :D:D:D:D

    😉

  20. Sheila ha detto:

    Moooooooooooooolto fascinoso il fanale blu killerìn… 😀

    No? 😉

    Seeeeeeeeeeeeeeeeeeeenti piuttost che lamentarti sempre… parliamo di cose serie…

    … sogliolìn è in lutto per la scomparsa del Muttley!!! … 🙁

    Tal lì come son ridottaaaaaaaa!!!

    Che dolurrrrrrr … che disgrasssssssssssia… 😀

  21. Sheila ha detto:

    Thomasìnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnn!!!! :*

    🙂

  22. Wil ha detto:

    Eheheh, fratellazzo, ti capisco! 😉

    Sogliolìn, sono sopravvissuto ad una giornata super movimentata… ora cerco di scappare a casa! 🙂

    Bacio!

    :*

  23. Sheila ha detto:

    Oggi decisamente giornatona! 😉

    Coyotìn… hai il soglio-divieto di minestrareeeeee… ricordalo!!!!

    😀 😀 😀

  24. Wil ha detto:

    Sogliolìn, incredibilmente ti ho dato retta: stasera RISOTTO! 😛

    …in compenso, dopo la giornata lavorativa movimentata, traffico pure in serata. Ora vado a nanna! 🙂

    Buonanotte, sogni d’oro ed un bacio :*

  25. Sheila ha detto:

    :-))

    Yuppiesssssssssssss!!!!!

    Coyotìn… sogliolìn odiaaaaaa il risottooooooooooo… ma fa nienteeeeeee!!!

    😛

    Bravoooooooo… un passo avanti!!! 😀

    ‘Nottolinaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!! :*

  26. papà ha detto:

    NANAS DE LA CEBOLLA

    La cebolla es escarcha
    cerrada y pobre:
    escarcha de tus días
    y de mis noches.
    Hambre y cebolla:
    hielo negro y escarcha
    grande y redonda.
    En la cuna del hambre
    mi niño estaba.
    Con sangre de cebolla
    se amamantaba.
    Pero tu sangre,
    escarchada de azúcar,
    cebolla y hambre.
    Una mujer morena,
    resuelta en luna,
    se derrama hilo a hilo
    sobre la cuna.
    Ríete, niño,
    que te tragas la luna
    cuando es preciso.
    Alondra de mi casa,
    ríete mucho.
    Es tu risa en los ojos
    la luz del mundo.
    Ríete tanto
    que en el alma al oírte,
    bata el espacio.
    Tu risa me hace libre,
    me pone alas.
    Soledades me quita,
    cárcel me arranca.
    Boca que vuela,
    corazón que en tus labios
    relampaguea.
    Es tu risa la espada
    más victoriosa.
    Vencedor de las flores
    y las alondras.
    Rival del sol.
    Porvenir de mis huesos
    y de mi amor.
    La carne aleteante,
    súbito el párpado,
    el vivir como nunca
    coloreado.
    ¡Cuánto jilguero
    se remonta, aletea,
    desde tu cuerpo!
    Desperté de ser niño.
    Nunca despiertes.
    Triste llevo la boca.
    Ríete siempre.
    Siempre en la cuna,
    defendiendo la risa
    pluma por pluma.
    Ser de vuelo tan alto,
    tan extendido,
    que tu carne parece
    cielo cernido.
    ¡Si yo pudiera
    remontarme al origen
    de tu carrera!
    Al octavo mes ríes
    con cinco azahares.
    Con cinco diminutas
    ferocidades.
    Con cinco dientes
    como cinco jazmines
    adolescentes.
    Frontera de los besos
    serán mañana,
    cuando en la dentadura
    sientas un arma.
    Sientas un fuego
    correr dientes abajo
    buscando el centro.
    Vuela niño en la doble
    luna del pecho.
    Él, triste de cebolla.
    Tú, satisfecho.
    No te derrumbes.
    No sepas lo que pasa
    ni lo que ocurre.

    Miguel Hernández, 1939

    —————————————————-
    Ninnananna della cipolla

    La cipolla è brina
    chiusa e povera.
    Brina dei tuoi giorni
    e delle mie notti.
    Fame e cipolla,
    ghiaccio nero e brina
    grande e rotonda.

    Nella culla della fame
    il mio bambino stava.
    Con sangue di cipolla
    si allattava.
    Ma il tuo sangue,
    brinata di zucchero,
    cipolla e fame.

    Una donna bruna
    risoluta in luna
    si sparge filo a filo
    sulla culla.
    Ridi bambino,
    che ti divori la luna
    quando è necessario.

    Allodola della mia casa,
    ridi molto.
    la risata nei tuoi occhi
    è la luce del mondo.
    Ridi tanto
    che la mia anima nel sentirti
    vinca lo spazio.

    La tua risata mi rende libero,
    mi mette ali.
    Solitudini mi toglie,
    prigione mi strappa.
    Bocca che vola,
    cuore che nelle tue labbra
    lampeggia.

    È la tua risata la spada
    più vittoriosa,
    vincitore dei fiori
    e delle allodole.
    Rivale del sole.
    Futuro delle mie ossa
    e del mio amore.

    La carne svolazzante,
    la subitanea palpebra,
    il vivere come mai
    Colorato.
    Un cardellino
    sale, aleggia,
    dal tuo corpo!

    Mi svegliai di essere bambino:
    non svegliarti mai.
    Triste la mia bocca:
    ridi sempre.
    Nella culla sempre
    difendendo la risata
    piuma per piuma.

    Essere di volo così alto,
    così esteso,
    che la tua carne è il cielo
    neonato.
    Se io potessi
    salire all’origine
    della tua corsa!

    All’ottavo mese ridi
    con cinque zagare.
    Con cinque minute
    ferocie.
    Con cinque denti
    come cinque gelsomini
    adolescenti.

    Frontiera dei baci
    saranno domani,
    quando nella dentatura
    sentirai un’arma.
    Sentirai un fuoco
    correre sotto denti
    cercando il centro.

    Vola, bambino, nella doppia
    luna del seno:
    egli, triste di cipolla,
    tu soddisfatto.
    Non precipitare.
    Non sapere quello che accade,
    né quello che succede.

    Miguel Hernández, 1939

    Testo tradotto da:

    Clicca qui

  27. Sheila ha detto:

    Uhhhhhhhhhh mamma!!!

    Papà è inquietante questa roba sulla cipolla…

    … ma sarà poi stata cotta almeno? 😀 😀 😀

    Che orrurrrrrrrrrrrrrrr!!!

    Mah… sperem che non ci resti sullo stomaco! 😛

    ‘Notteeeeeeeeeeeeeeee :*

    😉