Blog » 20 Febbraio 2008


Mezz’ora dedicata

mercoledì, 20 Febbraio 2008 - ore 22:00

“Saluto la mitica 3A… in particolare Barbara, Alex, Marlyse, Moira,
il ragazzo x… P.S. Sheila fatti venire qualche idea per domani mattina… firmato La Talpa”.

“Un salutone a Davide, Loris, Marina, Laura, Prisca, Ryan, Marina. P.S. Talpa, apri gli occhi… è primavera. Mattia”

Eccollala… 😀

Correva l’anno 1992… e noi della 3A ci si trovava la sera puntuali con
quelli della 3D su Radio Studio Star. Erano gli anni dei Nirvana, dei mangianastri e delle mezz’ore dedicate.

Barbara ed io riuscivamo ad accaparrarci sempre lo spazio migliore, quello delle 20:30… e sapete perché? Perché avevamo una cabina telefonica segreta!

Per raggiungerla dovevamo correre forte, uscire da scuola e attraversare un piazzale in porfido rosso – che ancora me lo ricordo – ma… hey… ne valeva la pena o no?!

Si scappava alle tre del pomeriggio, mentre il mondo era impegnato a sbaciucchiarsi tra i motorini buttati qua e là.

Avevamo 15 minuti esatti per andare, fissare il nostro “Fabio, ti prego leggila alle 20:30 esatte!”, e tornare in classe.

A parlare era sempre Barbara… l’avevo convinta a credere che la sua voce avesse un timbro… come dire… più compiuto e arrochito del mio! E forse era davvero così.

Noi, che nei primi anni ’90 non eravamo ancora alti 1.60, il sabato sera le feste le si facevano negli scantinati… e se poi avanzava una bottiglia di coca-cola capitava pure che ci scappava un bacio dentro a un armadio.

La musica da discoteca non era come quella di oggi… noi giravano artisti come La Bouche, Snap, Cappella, Datura mica le solite meteore! No, noi ci son toccati gli universi paralleli che tutto divorano ma a sparire né allora né mai!!

Pazienza.

A volte però, giù negli scantinati umidi, si ballava anche un lento – insieme con quello dell’altra classe.

In genere scattava “Wind Of Change” o “November Rain” intercalato con “Don’t Cry”.

Però io vi confesso che in situazioni veramente disperate ho visto gente passare da “About A Girl” a “Nothing Else Matters” così, direttamente e con nonchalance, pur di stritolare a mo’ di cuscino qualcuno…

Scene d’altri tempi.

Sennonché un giorno apri gli occhi e guardando i tuoi capelli ciuffettosi allo specchio realizzi che son trascorsi 16 anni dacché hai finito il gel: hai smesso di usarlo con Barbara quando hai deciso di non portare più la frangetta…

Beh, il punto è che non bisognerebbe mai smettere di portare una frangetta.

Vi pare? 😉

Domani compro il gel…

Diario | Commenti (46)