Blog » March, 2010


Migliorare con l’età

Friday, 26 March 2010 - ore 20:24

Le cose più belle sono sempre quelle più incomprensibili…

… nel senso che quando occorre il sottotitolo del sottotitolo per identificare una roba, allora essa può essere definita FASHION, altrimenti no! E questa, accidenti, lo è tuttissima!!!

Diario | Commenti (50)

Se la lasagna a Milano m’è (pure) pelosa…

Wednesday, 24 March 2010 - ore 20:03

… oltre che subissata di besciamella (oddiooooo!), noi si parte col referendum!

Le togliamo sì o le togliamo no ‘ste orecchie a punta dai piatti?

… E quel sapore vagamente saponato, si potrebbe mica meglio speziare?

Commossi ringraziamo!

Pig

Diario | Commenti (19)

Le cose che amo di più

Saturday, 20 March 2010 - ore 22:09

A te

Le cose che di solito il bambino ama, rimangono impresse nella profondità del suo cuore fino alla vecchiaia.

E l’aspetto più bello della vita è che i nostri spiriti rimarranno a volteggiare sopra i luoghi dove avevamo goduto qualche delizia. E io sono tra coloro che si ricordano sia delle cose lontane sia di quelle vicine, e non lasciano smarrire nella nebbia neppure una delle loro ombre.”

(Kahlil Gibran – Quando l’amore chiama, seguilo)

Di me, Frammenti, Video | Commenti (18)

I can fly

Friday, 19 March 2010 - ore 10:27

A mio padre

I_Can_Fly_by_Fractoid

In noi c’è tutto.

(Friedrich Hölderlin)

Feste/ricorrenze | Commenti (12)

Marachellando

Tuesday, 16 March 2010 - ore 20:57

Intrappolato in un sogno: per un bambino di due

anni di Perth, in Australia, il richiamo della macchina

distributrice di lecca-lecca era troppo forte e

durante una festa in un ristorante con la madre

in pochi istanti è sparito dalla vista, ha tentato

di arrampicarsi sull’ apparecchio, che agli altri bambini

offre solo il brivido di provare ad “acchiappare”

le caramelle manovrando una piccola gru. La

scorciatoia tentata dal piccolo Cohen Stone gli ha

aperto la porta all’impossibile: nella macchina lui

ci è caduto dentro, restando intrappolato dietro

al vetro per quasi un’ora, sospeso fra il sogno e l’incubo.

“Il buco era piccolissimo, non so come abbia

fatto a cadere dentro. Allora sono stata presa

dal panico racconta al Telegraph Kyra, 24 anni,

la madre del piccolo Cohen, per liberarlo

è stato chiamato un fabbro.

(LaRepubblica.it – 13 marzo 2010)

Pillole marziane | Commenti (27)