Blog » settembre 2007


Simpsonizzatevi!

domenica, 30 settembre 2007 - ore 17:44

Manuelìn, Manuelìn… !!! Io lo dicevo che si stava esagerando con le pizzette!!!!

Guarda che disastro mi hai combinato!

Convertita, risucchiata… imprigionata…

Sono una Simpson-Sogliolìn… e adesso? …

… che si mangia per cena? :P

Manuelìn… Manuelìnnnnn!!!! :D

simpson

(Simpsonizzati anche tu partendo da una tua fotografia!)

Diario | Commenti (5)

Leggere attentamente le avvertenze…

venerdì, 28 settembre 2007 - ore 18:12

Insomma, una parola è troppa… e due sono poche…

… ma come si fa, come si fa dico io? Non ci si raccapezza!

E certo che no!

Ma la vita è tutta una scelta… e questi delle etichette in qualche modo devono pure fare per proteggersi dalla sciura Pina che nel forno a microonde ci mette il gatto ad asciugare … e arcipicchiolina!!

… e allora si sceglie! Sì, si sceglie di preparare il kit delle avvertenze!

Un manuale con aggiornamenti completi annuali, intercambiabili… bellissimo… (niente paura il caterpillar per il trasporto del kit è compreso nel prezzo del prodotto, ndr)

Or dunque che ci scriviamo?

Beh, questo ve lo racconta il Michigan Lawsuit Abuse Watch.

Perchè sarà mica pleonastica la scritta su un pacchetto di arachidi… “attenzione, contiene arachidi”…

… e su uno specchietto da bicicletta “gli oggetti nello specchio sono realmente dietro di voi”…

… e su uno spray contro gli insetti “questo prodotto è stato testato sugli animali”…

… e su una tinta per capelli “non usare come decorazione per il gelato”…

… e su una scatoletta di fiammiferi “possono prendere fuoco”…

… e su un cartello stradale poi… “attenzione, strada bagnata in caso di pioggia”…

Ma vi pare? Mi chiedo perchè sia stato indetto un concorso… :D

Diario | Nessun commento

A Manuel

venerdì, 28 settembre 2007 - ore 11:42

Vola…

butterfly

Di voi, Diario | Commenti (2)

Le 8 cose che non sapete di me…

giovedì, 27 settembre 2007 - ore 01:11

Eh vabbè quel Manuelìn lì come incatena lui la gente… :) ci si libera più sapete!

E allora eccola, l’esile voce della prigionia… :D

  1. sono bassa e porto scarpe basse, sempre. La camminata alla Paris Hilton la lascio alla Littizzetto che mi imita benissimo
  2. non porto i collant perché sono allergica al nylon
  3. il mio colore preferito è il rosso
  4. odio i cavoletti di bruxelles e il riso
  5. ho paura di volare e ho la fobia dei piccioni
  6. ho una foto enorme di Einstein appesa di fianco alla mia scrivania, perché da piccola credevo mi potesse aiutare con i 2 in matematica…
  7. mi piacerebbe avere una tartaruga… perchè non ci sarebbe il trauma del decesso… suo! Morirei prima io…
  8. non lavo la macchina… ci passo il tosaerba…

Diario | Commenti (11)

La mia testa…

mercoledì, 26 settembre 2007 - ore 09:21

Milano – Lungo il filo del Dna c’e’ un frammento che potrebbe essere responsabile degli attacchi di emicrania, e della trasmissione della malattia di genitore in figlio.

E questo frammento, un “locus genico”, è una scoperta tutta italiana, ancora in via di pubblicazione ma che potrebbe rivoluzionare il modo di curare una patologia che solo in Italia colpisce da 6 a 8 milioni di persone.

I risultati della ricerca sono stati anticipati oggi a Milano da Lorenzo Pinessi, direttore del Centro cefalee dell’ospedale Le Molinette di Torino, nel presentare il XXI Congresso nazionale della Società per lo studio delle cefalee (Sisc) di cui è presidente e che si svolgerà a Pavia da domani a sabato.

”L’emicrania – ha detto Pinessi – è una patologia che coinvolge molti fattori e molti geni diversi.

Ma di geni specifici per ora non se ne sono trovati, tranne che per una particolare forma di malattia chiamata “emicrania emiplegica famigliare”, molto rara”.

I ricercatori hanno studiato per alcuni anni i pazienti con emicrania e le loro famiglie, alla caccia di una porzione di Dna che fosse sempre presente quando c’era anche la malattia. E, ora, sono a un passo dall’aver dimostrato che una particolare porzione di Dna è proprio quella responsabile dell’emicrania.

“Il gene che stiamo individuando – ha aggiunto Pinessi – si trova su un cromosoma preciso, che ora non possiamo rivelare” proprio perché il lavoro è ancora in via di pubblicazione.

“La ricerca si è svolta in collaborazione con colleghi americani, perché avevamo bisogno di usare apparecchi che a Torino non ci sono”, e entro i prossimi due mesi sarà proposta alla rivista Nature per essere pubblicata.

“Forse per la prima volta siamo in grado di dimostrare l’ esistenza di un locus genico collegato alla patologia emicranica – ha concluso Pinessi – e questo implica una ricaduta nella terapia notevolissima: oggi per curare l’ emicrania andiamo a tentoni, ma con questa scoperta potremmo non dover andare più alla cieca”.

(Ansa – 25 settembre 2007)

Pillole marziane | Commenti (21)