Blog » May, 2007


Al lavoro si cerca lavoro…

Tuesday, 29 May 2007 - ore 21:08

Lavoratori… pressati, frullati, compressi…

… tic tac tic tac… e il tempo non ritorna!

Vite rubate, squadrate, inquadrate…

Grigie.

Nevrosi, psicosi, smanie?

Forse no… mmmm che davvero la realtà non stupisca più?

Chissà…

Privilegiato osservatorio del mondo del lavoro – questa volta – è Monster, che rivela attraverso un’indagine realizzata interamente online, quali siano le distrazioni dei lavoratori (italiani ed europei) nelle ore che diversamente – e da contratto! – dovrebbero essere dedicate alle attività per le quali sono invece pagati.

Beh… che dire…

… il 45% dei votanti ha dichiarato di navigare in internet per questioni non legate alla propria attività… beh… organizzare la spesa non fa parte delle normali attività di una persona vivente?

… il 24% ha invece, per evidenti motivi di salute, la necessità di sgranchirsi le gambe fumando due-tre pacchetti di sigarette… e poi… naturalmente… preparandosi alla maratona di New York, tra un passetto di corsa e l’altro, l’occasione vien buona anche per socializzare col collega della scrivania accanto… vi pare? 😉

… il 14% scrive mail private… beh… il male della società moderna è l’assenza di socializzazione… e quando la gente comunica… subito a bacchettare… che male vuole fare una mail… andiamo!

… il 9% dei lavoratori ha dichiarato di utilizzare le linee aziendali per conversazioni personali…

… e i restanti partecipanti al sondaggio?

Beh, loro hanno candidamente ammesso di fingere di lavorare al pc ma di aver in realtà libero accesso alle chat!

A questo punto il test è d’obbligo!

Ma voi… da dove state leggendo? 😛

Diario | Commenti (16)

Ma il mazzo di chiavi lo danno?

Thursday, 24 May 2007 - ore 21:12

Promettono che saranno sexy e avvolgenti… le esclusive confezioni tessute in filo d’argento…

Da scegliere tra i modelli in cotone o in lycra…

Meravigliose… uniche… e soprattutto… non prodotte in serie!

Il tutto rigorosamente made in Switzerland 😉

Andreas Sallmann, direttore della nota fabbrica di biancheria intima Isabodywear, ci ha pensato!

Nessun uomo potrà resistere alla mutanda antimagnetica a prova di cellulare!

Si tratta pur sempre di salvare l’onore maschile…

… del resto… che i cellulari nelle tasche possano rappresentare un pericolo per la salute è cosa ben nota ormai…

Ma oggigiorno si sa… occorre agire… e in fretta anche!

E così, eccoci qui…

… già pronti ad indossare biancheria capace di neutralizzare le pericolose radiazioni del nostro cellulare…

Eh lo so, lo so… che nelle menti dei lettori più acuti prende forma la domanda…

…. ed io – che come voi son lesta – ho qui pronta la risposta, naturalmente.

“Ci stanno lavorando!”.

Ebbene… per le donne la mutandona di ferro era troppo coprente… voi capite. 😛

La moda dall’altro canto ha un suo perché…

Quello che tuttavia ancora mi tormenta è questo… ma secondo voi… insieme al boxer d’acciaio, ai signori uomini, viene consegnato anche un mazzo di chiavi? … chissà…

Resto nel dubbio… e speriamo di poter prendere sonno, stanotte!… 😉

Diario | Commenti (24)

Cinque giorni che ti ho perso…

Wednesday, 23 May 2007 - ore 21:05

Se n’è andato… dopo dieci anni mi ha lasciata…

E’ successo così, come spesso avviene… un colpetto secco, fatale!

Si è spento e non si è più ripreso…

… povero, povero il mio Philips…

Eh sì… mi manca… 🙁

Era proprio un bel televisore, sapete?!

Legge di mercato… prima o poi tutto va sostituito…

E mentre elaboro il lutto di questi giorni… soffro!

Ah quanto soffro!

E quanto è insopportabilmente chiassoso il silenzio, voi ci avete fatto caso mai?

Desolazione… mai e poi mai il nuovo acquisto potrà sostituire il valore affettivo del mio vecchio scatolone! 😛

Diario | Commenti (14)

Inquieti consumatori

Sunday, 20 May 2007 - ore 12:57

[…] Nel mondo liquido moderno, la lentezza è presagio di morte sociale.

E giacché tutti progrediscono, chi rimane fermo sarà inevitabilmente separato dagli altri, per effetto di una distanza sempre più incolmabile.

Il concetto di “esclusione” suggerisce l’idea, infondata, dello spostamento di un oggetto dalla posizione originaria che occupava; in realtà, “è la stagnazione che esclude”. […]

(Zygmunt Bauman – Homo consumens)

Frammenti | Commenti (8)

Scientificamente in crisi

Wednesday, 16 May 2007 - ore 17:46

Medici sull’orlo di una crisi di nervi… si direbbe…

Leggo di un medico di guardia che – nei giorni scorsi – ha rotto con un pugno il setto nasale di un paziente…

… e non certo per puntualizzare… ma il poveretto era giunto giusto giusto all’ospedale con qualche frattura!!! … 😛

Sapete, proprio una statistica del 2007 indicava che la categoria del personale medico e paramedico è quella più colpita da attacchi d’ansia.

Tra i medici e gli infermieri troviamo infatti i maggiori consumatori di tranquillanti e ansiolitici di ogni sorta e categoria… 🙂

Non c’è da sorprendersi dunque dei raptus, apparentemente incomprensibili, di cui i più sono invece fortemente soggetti… 🙂

Sembra essere una deformazione professionale… non c’è da preoccuparsi!

Eh sì, in ospedale c’è da armasi…

… di coraggio… e pazienza! 😉

Diario | Commenti (9)